L’ictus, l’operazione e il ricovero all’ospedale: «Pensavo di morire, ora vivo grazie agli amici»