Il figlio d’arte vince la scommessa, ora è l’Insigne di Ponte a Cappiano