«Ecco l’inferno di mio padre internato. Le nuove generazioni dicano mai più»