Sos dei presidi: «I bidelli sono pochi così le nostre scuole non sono sicure»