«Conti succube dei leghisti di alto rango»: polemica dopo il dietrofront del sindaco