«Costretti dal Comune di Massa a lasciare il campo da calcio di via Casola»